titolo1.png

Il Ministro per lo Sport, Luca Lotti, ha presentato a Bari la II edizione dello Short Master in “Organizzazione e gestione delle società e degli enti sportivi” organizzato dalla Sezione Arbitri di Bari, dall’Università di Bari e dalla Lega Nazionale Dilettanti.

 

L’incontro “Lo Sport fra Cultura e Civismo” si è tenuto lunedì 16 ottobre 2017 al Multisala “Ciaky” e alla discussione hanno partecipato tantissime eccellenti ospiti sia del mondo arbitrale sia delle istituzioni. Moderatrice la giornalista Annarita Amoruso.

L’apertura è spettata al Presidente del Comitato Arbitri Puglia, Giacomo Sassanelli, che ha salutato le Autorità presenti a nome di tutti gli arbitri pugliesi, ribadendo la forte condivisione di un’iniziativa così lodevole che non mancherà dell’apporto della Puglia arbitrale nella sua interezza. Il Componente Nazionale A.I.A. Maurizio Gialluisi ha portato il saluto del Presidente Marcello Nicchi e di tutta l'Associazione Italiana Arbitri e ha manifestato massimo impegno a sostegno dell'iniziativa: "La figura dell'Arbitro non è molto amata, proprio perché l'Arbitro è il portatore sano delle regole e del rispetto del Regolamento. L'Arbitro porta la cultura sportiva tra gli sportivi e dobbiamo tutti essere orgogliosi di far parte di questa grande famiglia chiamata A.I.A.".

Il folto parterre è stato un incalzare deciso dei vari interventi, che hanno carpito l’attenzione di una grande sala gremita in ogni ordine di posto.

Il nostro obiettivo è quello di alzare il tasso della sportività nei baresi, per provare ad occupare e a riprenderci gli spazi appartenenti alla parte sana della nostra Società – le parole dell’Assessore allo Sport, Pietro PetruzzelliStiamo infatti predisponendo nuovi 13 campi in playground perché lo Sport sia cultura ma anche vivere civile”.

L’importanza di unire Città di Bari, Associazione Arbitri, Università di Bari e Lega Nazionale Dilettanti ha come obiettivo quello di spiegare alla nostra Comunità l’importanza dello Sport, ma anche delle strutture sportive, e noi politici dobbiamo anche gestire al meglio il rapporto tra pubblico e privato, proprio come gli Arbitri, che hanno l’obiettivo di far rispettare il Regolamento con il massimo controllo e senza cadere mai nel triste mondo della corruzione” – spiega il Sindaco di Bari e Presidente Nazionale ANCI, Antonio Decaro.

Gli fa eco il Presidente del CONI Puglia, Angelo Giliberto: “Le strutture sportive a disposizione della comunità devono essere poste al primo posto: ecco perché insieme al Governo abbiamo predisposto il Bando del 2016 “Sport e Periferie” e sono orgoglioso di dire che la Puglia con i suoi 14 Progetti finanziati è riuscita a diventare una delle Regioni più attive. Ben 6 i Comuni finanziati solo nella provincia di Bari: oltre ai due nella Città, anche Gioia del Colle, Monopoli, Grumo Appula e Turi avranno la rigenerazione del proprio impianto sportivo”.

Dopo il successo della prima edizione, sono orgoglioso di essere qui presente alla presentazione del secondo Short Master dedicato allo Sport, ma anche all’organizzazione e alla gestione delle società e degli enti sportivi – le parole del Presidente della FIGC Puglia, Vito Tisci, nonché Presidente Nazionale del Settore Giovanile della FIGC – Lo Sport e il calcio dovranno essere sempre al centro dello sviluppo economico e culturale della nostra Società e sono orgoglioso che oggi a Bari ci sia la massima istituzione politica italiana a rappresentare i nostri ideali sportivi e a promuovere l’importanza dello Sport”.

Questo Short Master è nato quasi per gioco tra me e Nicola Favia, per creare una differenza formativa non direttamente dall’alto come avviene in altre occasioni, ma dal basso e ad hoc per i nostri giovani che devono essere valorizzati perché sono la nostra vera ricchezza – le parole del Presidente dell’Agenzia per le relazioni esterne dell’Università di Bari, nonché Direttore dello Short Master, Ugo Patroni GriffiSono orgoglioso di dire che questo è il Master meno caro in Italia, una sorta di “low cost”, soprattutto grazie ai nostri insegnanti che si sono proposti gratuitamente per creare la cultura sportiva perché nei nostri giovani c’è un patrimonio da sfruttare. Lo sport ha un valore etico, porta salute, benessere e uno stile di vita nuova”.

Ci siamo battuti per un modello di Università aperta, muovendoci anche in base alle esigenze di mercato – le parole del Magnifico Rettore dell’Università degli Studi di Bari, Antonio UricchioPromuoviamo da anni lo Sport e abbiamo anche abbattuto le tasse per coloro che raggiungono un merito sportivo. Inoltre il mio plauso va a voi Arbitri: senza un Arbitro non si può giocare, perché non ci sarebbe colui che fa rispettare le regole, imponendole con rispetto, autorità e autorevolezza”.

Io stesso mi ispiro a voi Arbitri, perché amo i vostri valori e il modo con cui fate rispettare le regole, facendo gruppo – interviene il Presidente della Giunta per le immunità parlamentari, Dario StefànoL‘idea di Nicola Favia e di Ugo Patroni Griffi è straordinaria: lo Sport come elemento trainante della nostra Società, come strumento per uscire dalle difficoltà e dalle delusioni, ma anche delle criticità che purtroppo ci offre la nostra Società”.

Prima dell’intervento finale del Ministro per lo Sport, è toccato a Nicola Favia, Presidente degli Arbitri di Bari, nonché promotore dello Short Master e del Convegno, salutare tutti gli illustri ospiti che hanno onorato con la loro presenza.

Finalmente abbiamo un Ministro per lo sport! Era da tempo che non lo avevamo, e La ringrazio per la vitalità che sta dando al suo Ministero. La tematica dello sport non può essere relegato negli angoli angusti degli schematismi partitici, ma bisogna essere consapevoli che lo sport può dare opportunità di crescita e di sviluppo, insomma di sport si può anche campare. L’ evento di oggi segna un impulso decisivo verso quella contaminazione culturale che il Presidente Nicchi e tutta l’AIA sta fortemente perseguendo, nella consapevolezza che sono necessari grandi uomini per essere grandi arbitri”.

E’ toccato dunque al Ministro per lo Sport, Luca Lotti, chiudere il Convegno: “Sono io ad essere onorato di essere qui presente oggi a Bari per il secondo Short Master organizzato anche dall’Associazione Italiana Arbitri. Io come politico diverse volte mi sento un Arbitro, perché quando noi politici prendiamo decisioni siamo soggetti a critiche e proteste. Effettivamente era da anni che mancava un Ministro per lo Sport in Italia; è infatti importante investire nella riorganizzazione culturale del mondo dello Sport. Lo Sport non deve essere visto come le vittorie della nostra squadra del cuore o della nostra Nazionale ai Mondiali di calcio, ma all’importanza delle strutture sportive ma soprattutto all’importanza dei grandi eventi internazionali da riportare in Italia dopo l’assenza degli ultimi anni. E per questo il Governo dopo il successo del Bando del 2016 “Sport e Periferie” investirà nelle prossime settimane nel nuovo Bando “Sport e Periferie 2”, mettendo a disposizione 100 milioni di euro per la riqualificazione e/o la rigenerazione di vecchi impianti oramai obsoleti e abbandonati. Purtroppo da noi manca la cultura sportiva, e per questo apprezzo tantissimo questo Short Master, perché altri 50 giovani potranno entrare nel mondo dello Sport come classe dirigente, portando dunque un nuovo salto culturale. Ecco perché dobbiamo guardare allo Sport e al futuro con occhio diverso perchè da oggi abbiamo una possibilità in più e perché lo Sport può aumentare nel nostro Paese non solo una nuova cultura, ma anche l’economia della nostra Società e il turismo nel nostro Paese”.

A fine convegno il Presidente Nicola Favia e il Ministro per lo Sport hanno consegnato dei riconoscimenti agli Arbitri della Sezione di Bari che sono passati di categoria nella scorsa stagione sportiva, agli illustri ospiti della serata, ma anche ai Dirigenti Arbitrali Flaviano Lanciano e Maurizio Gialluisi per essersi contraddistinti e all’Arbitro Mimmo Celi e all’Assistente Arbitrale Beppe De Pinto che nella scorsa stagione hanno concluso le loro carriere in Serie A, portando in alto per anni il nome della Sezione Arbitri di Bari in tutto il Paese.